Commento all’Oltrismo di Sergio Sperlongano (Gost)

gost

(il Maestro Gost alle prese con un suo lavoro)

 

La corrente artistica dell’Oltrismo si basa sulla semplicità. La conoscenza a 360° di tutto quello che ci circonda, sulla capacità della creatività di evolversi e superare i propri limiti ed ambire all’armonia.

Ad esempio: io quando vedo un fulmine nel cielo, non vedo il fulmine ma mi domando da cosa sia composto e quali forze lo abbiano generato.

Gli oltristi non dipingono la realtà ma dipingono il mondo che loro sognano ed in cui vorrebbero vivere. L’Oltrismo è sapienza, saggezza, emozioni allo stato puro, dialogo, ironia, è come l’universo profondo e tutto da scoprire, i dipinti degli oltristi non sono superficiali e freddi, ma sono discorsi logici che portano l’osservatore a riflettere, “un’immagine vale più di cento parole, perché l’immagine resta impressa nel subconscio, mentre cento parole potrebbero essere dimenticate”.

Posso definire l’Oltrismo come la madre di tutte le correnti artistiche, perché si basa sui sogni ed i sogni sono una parte della nostra vita in cui ci sentiamo veramente liberi di esprimere le nostre emozioni, di superarci, di andare oltre.

 

Maestro Gost (Sergio Sperlongano)

Lascia un commento